Giovanni Scanagatta
Segretario Gen. Ucid

Giovanni Scanagatta

Responsabile dell’Osservatorio sulle piccole e medie imprese e Vice Presidente dell’Associazione Borsisti Marco Fanno del Mediocredito Centrale. Docente di Economia Monetaria e Creditizia della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università di Roma “La Sapienza” e di Istituzioni di Macroeconomia dell’Università di Padova. Responsabile della Segreteria Tecnica della Direzione Generale della Produzione Industriale del Ministero dell’Industria. Componente del Dipartimento Economico della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Comitato di Politica Industriale presso l’OCSE a Parigi, della Commissione Tecnica dell’Ufficio Europeo dei Brevetti di Monaco di Baviera, del Consiglio Superiore delle Comunicazioni. Esperto Economico del Ministero degli Affari Esteri per missioni internazionali. Consulente del Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro. Autore di numerose pubblicazioni di economia monetaria e creditizia, di economia internazionale, di storia del pensiero economico, di economia e politica industriale, di Dottrina Sociale della Chiesa. Curatore della Collana UCID “Imprenditori Cristiani per il Bene Comune” della Libreria Editrice Vaticana e Segretario Generale dell’UCID dal 2004 al 2017.

Leggi tutto

Schede Settimanali

economia,europa,Italia,lavoro,società

LA NUOVA TEORIA DELLO SVILUPPO E LA FUGA DI CERVELLI DAL NOSTRO PAESE

Il capitale umano riveste un ruolo cruciale nella nuova teoria dello sviluppo endogeno. In questo senso, fondamentale appare il contributo di Romer nell’ambito della Nuova Teoria dello Sviluppo. Secondo Romer, premio Nobel per l’Economia, alla base del progresso tecnico e dello sviluppo troviamo la conoscenza che non soffre dei problemi dei rendimenti di scala decrescenti. Ma la conoscenza costa, in relazione all’allocazione delle persone per produrre idee e per produrre beni presenti. L’accumulazione di conoscenza dell’impresa dipende dall’investimento in ricerca e sviluppo, che corrisponde al volume di risorse non destinate alla produzione, e dallo stock di conoscenza accumulato in passato. Le esternalità positive connesse al funzionamento di tale modello garantiscono che la produttività dei fattori della produzione non decresca. Il modello di Romer indica che un raddoppio degli addetti alle attività di ricerca e sviluppo assicura un raddoppio del tasso di crescita.

Continua

America,donald trump,economia,etica,europa,finanza,Italia,lavoro,Mario Draghi,società

LA QUERELLE SUL TASSO DI CAMBIO EURO DOLLARO

Recentemente il Presidente americano Donald Trump ha attaccato il Presidente della Banca Centrale Europea (BCE) Mario Draghi per concorrenza sleale attraverso un tasso di cambio dell’euro rispetto al dollaro eccessivamente deprezzato. Il Presidente Draghi ha risposto che l’obiettivo della politica monetaria della BCE non è il tasso di cambio ma il potere d’acquisto dell’euro. Per evitare la deflazione la politica monetaria della BCE è espansiva e i tassi di interesse sono eccezionalmente bassi.

Continua

chiesa,economia,etica,europa,lavoro

UNA NUOVA TEORIA DELL’IMPRESA PER IL BENE COMUNE

La necessità di una nuova teoria dell’impresa la troviamo ben espressa nel punto 40 della Caritas in veritate di Benedetto XVI: “Le attuali dinamiche economiche internazionali, caratterizzate da gravi distorsioni e disfunzioni, richiedono profondi cambiamenti anche nel modo di intendere l’impresa. Vecchie modalità della vita imprenditoriale vengono meno, ma altre promettenti si profilano all’orizzonte”.  

Continua

Giovanni Scanagatta

Segretario Generale UCID Roma

Links

  • Scrivimi
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy

giovanniscanagatta.it | All rights reserved | by SophiaCoop